Il museo

Il Museo storico etnografico Valle di Blenio è allestito all’interno di uno splendido e monumentale palazzo del Cinquecento, costruito su mura più antiche (1461). La facciata è interamente affrescata con gli stemmi dei rappresentanti dei tre cantoni primitivi – i landfogti di Uri, Svitto e Nidvaldo – che dal 1501 al 1598 governarono il baliaggio di Blenio. Affreschi decorano anche l’interno dell’edificio, con gli stemmi delle famiglie eminenti della valle. Una prima sezione etnografica conserva oggetti relativi all’artigianato rurale, arte sacra, agricoltura, vinificazione, casearia e apicoltura, dando spazio a varie peculiarità della Valle di Blenio: il lungo amore con l’arte cioccolatiera, la dipendenza spirituale da Milano (rito ambrosiano) e le tradizionali milizie di ispirazione napoleonica.
Una nuova sezione riccamente illustrata con un archivio multimediale ricorda l’emigrazione bleniese, fra cui quella dei noti cioccolatieri, marronai, gelatai e ristoratori. Nella torretta una sala è dedicata a Mosè Bertoni (1857–1929), eminente botanico emigrato in Paraguay, dove fondò una colonia agricolo-scientifica basata su valori ideali. Una sezione di arte contemporanea espone opere di Giovanni Genucchi (1904–1979), uno dei maggiori scultori svizzeri del Novecento.

Una finestra sulla Valle di Blenio e oltre

Oltre alla sede di Lottigna, il Museo Valle di Blenio comprende anche la storica Cà da Rivöi di Olivone, dove il museo storico etnografico, celebre per la sua collezione di arte sacra, è allestito fra le mura di una tipica abitazione bleniese del 1658, che funse anche da scuola. Il Museo storico etnografico Valle di Blenio ospita con regolarità mostre temporanee che esplorano e approfondiscono vari aspetti della storia, cultura e paesaggio della
valle.


Esposizione temporanea

Maestro Martino. Principe dei cuochi

Domenica 15 maggio, ore 14.00. Lottigna e Olivone

In occasione della Giornata Internazionale dei Musei 2022, dal tema “The Power of Museums”, sarà aperta al pubblico la mostra temporanea che racconterà la figura e le ricette di Maestro Martino (Martino de Rubeis), partito dalla Valle di Blenio verso le maggiori corti italiane (a Milano presso gli Sforza, a Roma presso la corte papale). Nativo di Grumo, Martino fu considerato il più importante cuoco e gastronomo europeo del Quattrocento ed è annoverato fra i fondatori della cucina rinascimentale e quindi della gastronomia moderna. Attraverso il cuoco di origini bleniesi, si racconteranno le tradizioni culinarie dell’epoca, l’ambiente delle corti, i riti cerimoniali dei banchetti, gli usi alimentari e di costume del XV secolo, con particolare attenzione a prodotti simbolo presenti ancora oggi nella tradizione gastronomica sudalpina, vettori di identità culturali legati ai fenomeni migratori.


Un Totem RSI per la Valle di Blenio

Rinnoviamo il nostro invito a venirci a trovare per scoprire, consultare e visionare i contenuti del nuovo Totem RSI Valle di Blenio, che raggruppa svariate centinaia di contributi audio e video dedicati alla nostra valle raccolti dalla Radiotelevisione svizzera dagli anni ’30 a oggi.

Il Totem RSI Valle di Blenio è collocato al secondo piano del Palazzo dei Landfogti di Lottigna ed è possibile usufruirne gratuitamente durante gli orari di apertura del Museo, senza dover pagare il biglietto di entrata.


Associazione Museo Valle di Blenio

Se non siete ancora soci dell’Associazione, potete annunciarvi all’indirizzo di posta elettronica:

associazione@museovallediblenio.ch

Programma 2021

Consuntivo 2020

Assemblea Associazione Museo Valle di Blenio

Cari Soci, amiche e amici del Museo,

Il Consiglio direttivo dell’Associazione Museo storico etnografico Valle di Blenio ha il piacere di convocarvi all’Assemblea d’autunno, prevista  

martedì 16 novembre 2021

alle ore 20.00

presso il Cinema Teatro Blenio di Acquarossa.


Al termine dei lavori assembleari, durante i quali verranno presentati il preventivo e il programma  di attività del 2022, Enea Pezzini (ricercatore presso l’Università di Losanna) terrà la conferenza

Documenti Assemblea


Prossimi eventi


Sabato 18 giugno 2022, ore 16.00, Lottigna

Palazzo dei Landfogti

Vernissage della mostra Maestro Martino. Principe dei cuochi, con ospite d’onore il collezionista di antichi ricettari Anton Mosimann, che ha prestato al Museo le ristampe del 1516 e del 1530 dell’incunabolo De Honesta Voluptate et Valetudine, il primo testo gastronomico stampato a caratteri mobili nel 1466-1467.

Per maggiori informazioni: https://maestro-martino.ch/




Passate a trovarci per una bibita fresca o un gelato

Dal 18 maggio e per tutta la stagione, le bibite di Acqua Adula Sagl a Torre (http://acqua-adula.ch/) e i gelati dell’Azienda agricola Croce a Campo Blenio saranno in vendita a CHF 4.- presso l’accoglienza del Museo e potranno essere gustati in tutta calma nei suggestivi spazi del nostro giardino.

Un’ulteriore buona occasione per venire a trovarci!